Il silenzio delle palline magiche

•febbraio 4, 2014 • 7 commenti

Ancora esperimenti nelle classi quarte. Stanchi del rumore degli arredi nell’aula (sedie soprattutto) abbiamo provato a mettere in pratica un’idea suggerita da Lucia ed Alessio, colleghi insegnanti.
Abbiamo messo vecchie palline da tennis ai piedi delle nostre sedie.
Se siete curiosi e volete sapere che differenza fa, tappatevi le orecchie e guardate il video che vi abbiamo preparato!

Grazie a LUCIA FELICIOLI – Scuola primaria “D. Dolci” di Cenaia di Crespina – IC G. Mariti, Fuglia (PI) www.iscomar.it ed ad ALESSIO PERPOLLI – Scuola Primaria San Bortolo delle Montagne  IC di BADIA CALAVENA (VR) http://scuoladisanbortolo.blogspot.it/ che orbitano attorno alla rete delle scuole senza zaino http://www.senzazaino.it/

Annunci

Le foto ed i pensieri dei bambini sui laboratori di Roncaglia

•dicembre 2, 2013 • Lascia un commento
Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013
Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013
Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013
Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013Laboratori 4-8 Novembre 2013

Roncaglia 4-8 Novembre 2013, un set su Flickr.

Mi sono sentita molto felice perché non ho mai vissuto un’esperienza così.

Mi è piaciuto molto andare a salutare i compagni che partivano per Marano, vederli per l’ultima volta ma per fortuna sapevo che sarebbero tornati presto.

Questa è stata la settimana più entusiasmante.

Tutti i lavoretti mi sono piaciuti perché sono stati divertenti e molto belli e perché non si è fatta scuola come al solito.

I laboratori sono stati emozionanti: in particolare mi è piaciuto quello di cucina. È stato bello rompere le uova, leccare la ciotola del cioccolato, mangiarsi una bella ditata di Nutella e molte altre cose.
Ringraziamo la mamma di Riccardo che gentilmente ci ha aiutato a cucinare:
il nostro fornetto ha dato cenni di cedimento!

Mi è dispiaciuto non aver fatto un’altra settimana di laboratori, in Romania non si fanno attività così belle.

Mentre facevamo i laboratori non eravamo gli “alunni della maestra Antonella” . Eravamo tutti colleghi e colleghe.

Non mi sono mai divertita così tanto e spero tanto di rifare quest’esperienza.

È stato bello il gemellaggio [tra bambini della 4B e bambini della 4C] così ci siamo potuti conoscere meglio.
Siamo stati in compagnia.

Abbiamo fatto esperienze nuove, ci siamo conosciuti meglio, abbiamo avuto
la sensazione di essere un’unica classe.

L’unione fa la forza: unendoci si può fare qualcosa d’importante.
È stato bello poterci scambiare il materiale, non sapevo di poterlo fare.

Ci siamo aiutati come se fossimo tante persone che fanno un’unica persona.

I pensieri dei bambini sul viaggio a Marano

•dicembre 2, 2013 • Lascia un commento

Il festival è stato organizzato bene, c’erano tutti i servizi. Mi è piaciuto assaggiare tutte quelle prelibatezze culinarie.

Mi è piaciuto fare gli spot. Gli spot ci sono piaciuti tantissimo perché sono stati fatti con tanto impegno e cura perché noi siamo tutti uniti tra di noi.
Ci hanno intervistato: che emozione!
Quest’esperienza mi è piaciuta tantissimo perché sono stata molto accettata in una famiglia così bella.
È stata una bella esperienza anche se all’inizio non volevo andarci, poi la mamma mi ha convinto.

La famiglia che mi ha ospitata era davvero simpatica e molto accogliente, la settimana è andata molto bene ed ha avuto un lieto fine fantastico: abbiamo vinto un premio!

Quando siamo partiti ho sentito un’emozione enorme, perché mi dispiaceva andar via da casa. Quando siamo arrivati in stazione, mi batteva il cuore a mille, ero impaurita, pensavo di perdere il treno, ma perfortuna, non è successo. Sono arrivata a casa della mia gemella e mi sono sentita felicissima, mi hanno accolta meravigliosamente nella loro famiglia.
In questa settimana sono stata veramente bene e spero che un’occasione così capiti di nuovo.

In questa settimana sono stata molto bene con la mia gemella, anche la sua famiglia e stata molto affettuosa e spero che, a Maggio, io possa ospitare una bambina simpatica come la mia gemella.
Mi è piaciuto quando abbiamo vinto il premio.

È stato bello fare gemellaggio: ci siamo divertiti con i bambini che non conoscevamo.
È stata un’esperienza unica perché abbiamo conosciuto altri bambini di un’altra città.

Mi è dispiaciuto molto lasciare la mia gemella…

Tiggì Gulp

•novembre 23, 2013 • Lascia un commento

Si torna a parlare del Marano Ragazzi Spot Festival sulla RAI. Nel Tiggì Gulp del 15 Novembre prendono la parola anche i nostri bambini!

Grazie!

•novembre 12, 2013 • 1 commento

E’ difficile trovare le parole per esprimere la nostra riconoscenza ai nostri amici Maranesi. Ci proveremo alla Veneta, sperando che l’energia Napoletana sappia vedere più in là delle parole.

Il primo ringraziamento va ai gemelli. La preoccupazione di andare in casa di sconosciuti si è sciolta nel momento in cui abbiamo cominciato a prendere i primi contatti. Quando ci siamo incontrati di persona, quella sera al chiostro, ci avete accolto come ci conoscessimo da sempre. I bambini hanno legato immediatamente, costruendo un’amicizia ed una complicità che qualche foto è riuscita a documentare. Ci siamo trovate con una classe di 35 bambini così coesa che perfino la gita a Napoli è stata una passeggiata. Gli sguardi che ho letto nei volti dei bambini al momento del distacco raccontano la profondità del legame che hanno saputo costruire.

Un caldo ringraziamento va alle gemelle maestre.
Pina, l’ empatia pedagogica che abbiamo percepito ha reso la collaborazione molto fluida, arricchente e stimolante.
Anna, i tuoi taralli napoletani sono così buoni perchè sono conditi con il tuo affetto. Grazie per il tuo sguardo vivace e la tua presenza attiva.
Angela, la tua presenza discreta ma continua è stata un supporto indispensabile ad un’attività didattica così inusuale.

Un grazie speciale va alle famiglie maranesi, che hanno dedicato così tanta energia ad accoglierci. Per chi è del Nord è stupefacente vedere come leggerezza, serenità e allegria hanno accompagnato serietà, sensibilità e partecipazione nell’accogliere i bambini di Ponte San Nicolò.

Speriamo di rivedere tutti i gemelli, piccoli e grandi, qui a Ponte San Nicolò il prossimo Maggio.

Un grande grazie al Marano Ragazi Spot Festival, che ci ha dato l’opportunità di vivere questa esperienza così forte. Ci ha fatto crescere. Ci ha cambiato per sempre.

Il nostro grazie, infine, va a tutti coloro che, da Padova a Napoli, hanno creduto in questo progetto.

Grazie davvero.

Mestra Raffaella e Maestra Nicla

Che ne pensate?

•novembre 10, 2013 • Lascia un commento

Ora che il viaggio è finito, questo blog rimarrà comunque attivo. Ci piacerebbe avere un riscontro anche dalle famiglie, sia da quelle del gruppo di Marano sia da quelle del gruppo dei laboratori.

Invitiamo chi lo desidera a scrivere sul blog la sua opinione sul progetto, per documentare l’esperienza per iscritto comprendendo punti di vista diversi.

Grazie della collaborazione!

Maestre Raffaella e Nicla

Iamme ia

•novembre 10, 2013 • 2 commenti
Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013
Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013
Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013
Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013Marano - 10 Novembre 2013

Marano – 10 Novembre 2013, un set su Flickr.

La nostra mattinata è iniziata all’alba. Alle 6.30 ci siamo ritrovati tutti davanti al Municipio di Marano per l’ultimo saluto. Lo sguardo che vedete nei visi delle foto è per metà sonno per metà commozione.
Le famiglie hanno mostrato ancora una volta il loro sincero affetto per i gemelli, lasciandoci ancora una voltra senza parole.

Abbiamo caricato i bagagli sul pullman riservato e siamo partiti lasciando dietro di noi uno sventolamento di mani che salutavano.
Poco dopo la corriera ha avuto una fermata imprevista. Ci siamo chiesti cosa fosse successo e ci siamo guardati intorno. Indovinate cosa abbiamo visto? Le nostre famiglie raggiungerci di corsa e la maestra Anna salire sul pullmann. La sua sveglia non era suonata ma non poteva lasciarci partire senza abbracciarci e senza lasciare alle sue gemelle maestre un sacchetto di specialità Napoletane. Siamo rimaste senza parole.

Questa è l’accoglienza Napoletana. Perfino in stazione dei treni si è fermata gente a salutarci con un sorriso e ad augurarci buon viaggio.

Siamo saliti sul treno che ci sta riconducendo a casa. I nostri bagagli sono diventati più pesanti: mozzarelle, sfogliatelle, taralli…., ma il bagaglio meglio riempito è il nostro cuore.
Ci portiamo dentro tanto affetto e tanta generosità che non vediamo l’ora di ricambiare.

In questa settimana i nostri bambini sono cresciuti, si sono messi alla prova e si sono visti capaci di afrontare un’esperienza forte come questa: lontani dalla propria famiglia, hanno sempre mostrato un comportamento maturo e responsabile. Hanno dato il meglio di sè. Il guadagno in autostima è veramente alto.

Noi maestre siamo felici di aver fatto questa esperienza. Anche la nostra autostima è cresciuta!
Il bilancio di questo viaggio è senz’altro positivo: tornare alla “normalità” sarà faticoso.

Vedrete i nostri visi un po’ provati perchè abbiamo dormito poco. In compenso abbiamo mangiato abbondantemete: nonostante gli sforzi la maestra Raffaella non è riuscita a vincere la sua magrezza e la maestra Nicla necessita di un periodo di dieta!

Maestra Raffaelle e Maestra Nicla